20 MARZO, GIORNATA DELLA FELICITA’

L’Onu ha scelto proprio l’equinozio di PRIMAVERA, simbolicamente l’inizio del fiorire della VITA, per riconoscere e celebrare il BENESSERE delle persone in tutto il mondo.

“Un ambiente sociale FELICE è quello in cui le persone percepiscono un senso di APPARTENENZA, un posto in cui gli uni si FIDANO degli altri e delle loro istituzioni condivise. In un ambiente sociale felice c’è più RESILILENZA, poiché la fiducia condivisa riduce il peso delle difficoltà, e quindi diminuisce la disuguaglianza del benessere”.
Lo ha affermato John Helliwell, Senior Fellow dell’Istituto Canadese per la Ricerca Avanzata (CIFAR – Canadian Institute for Advanced Research).

La Giornata Internazionale della Felicità è una ricorrenza dedicata all’essere FELICI per riconoscere l’importanza della felicità nella vita delle persone in tutto il mondo. Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, lanciati nel 2015, contengono gli aspetti chiave per raggiungere il BENESSERE e la FELICITA’; come la riduzione delle disuguaglianze, lo sradicamento della povertà e la PROTEZIONE del pianeta.

La Giornata si celebra il 20 marzo di ogni anno a partire dal 2013. La data è stata stabilita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite attraverso la risoluzione 66/281 del 28 giugno 2012. La risoluzione è stata avviata dal Bhutan, un Paese che ha RICONOSCIUTO il valore della FELICITA’ NAZIONALE rispetto a quello del reddito nazionale fin dai primi anni ’70. Il Bhutan infatti ha notoriamente adottato l’obiettivo della Felicità Nazionale Lorda sostituendolo al Prodotto Nazionale Lordo (PNL).

Lo scopo della ricorrenza è quello di porre l’ATTENZIONE sulla rilevanza della felicità e del benessere come OBIETTIVI e ASPIRAZIONI universali delle vite degli esseri umani di tutto il mondo e sull’IMPORTANZA del loro riconoscimento negli obiettivi di politica pubblica. La Giornata riconosce anche la NECESSITA’ di un APPROCCIO più INCLUSIVO, equo e bilanciato alla crescita economica, volto a promuovere lo SVILUPPO SOSTENIBILE, l’eliminazione della povertà, la felicità e il benessere di tutti i popoli.

La ‘ricetta’ della felicità in tre step

La ricerca della felicità per l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite è uno dei diritti dell’uomo nonché scopo fondamentale dell’umanità. “Sii consapevole. Sii grato. Sii gentile“, è fatta di tre step semplici la FORMULA DELLA RICERCA DELLA FELICITA’ scelta per celebrare la giornata dedicata a questo stato d’animo. Il primo passo, quello della CONSAPEVOLEZZA, è fatto dal respirare profondamente e interrogarsi su come ci si sente in quel preciso momento. Il secondo, legato invece alla GRATITUDINE, prevede che ci si guardi intorno, chiedendosi per cosa si è grati. E infine, il terzo step, quello della GENTILEZZA, è fatto dall’invio di amore alle persone che ci circondano“.

Il segreto della felicità? Saper ridere di se stessi

Il segreto della felicità è saper ridere di se stessi. Secondo gli studiosi, contrariamente a ciò che si potrebbe credere, coloro che fanno battute autoironiche non hanno una bassa autostima, né sono inclini alla depressione. Gli studiosi hanno evidenziato che RIDERE DI SE STESSI non solo aiuta a SOPPRIMERE la rabbia, ma aiuta in modo significativo il BENESSERE PSICOLOGICO. In chi è autoironico migliora anche l’inserimento sociale.

I cibi del buonumore

Non solo cioccolata, ma anche uova, pollo, cozze, alici, spinaci e asparagi. Sono i cibi ‘della felicità’, utili per per dare scacco matto alla tristezza anche a tavola. Sono cibi, secondo test scientifici, danno la carica risultando utili per la produzione di SERATONINA, noto anche come neurotrasmettitore della felicità. Tra questi: la patata dolce, il salmone, il cavolo riccio, la banana, i mirtilli, la carne rossa, il mango, la cioccolata e le noci.
Anche la consistenza e il COLORE degli alimenti, sono in grado di produrre EFFETTI POSITIVI. Ad esempio i cibi CROCCANTI e GOMMOSI, insieme a cibi ricchi di antiossidanti come avocado, mango, mirtilli e fichi prevengono e alleviano lo stress.

condividi con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 + 1 =